• Lun. Mag 23rd, 2022

IdeaPlus TV

Canale 190 Regionale Toscana Telefono_0578 776496 redazione@ideaplustv.com

Le Scotte: Croce Rossa e Noi Siena portano doni ai più piccoli

Noi Siena

Bellissimo gesto da parte di Croce Rossa, comitato di Siena, e Associazione Noi Siena, che hanno donato nuovi giochi al Dipartimento della Donna e dei Bambini per allietare la permanenza in ospedale dei piccoli pazienti ricoverati all’Azienda ospedaliero-universitaria Senese.

«E’ sempre importante stare vicini ai bambini – dichiara Enrico Petrini, presidente Croce Rossa Siena – a maggior ragione in questo periodo. Ringrazio tutti i volontari della nostra associazione per l’impegno, siamo felici di aver portato un sorriso e lo faremo anche in futuro con altre iniziative del genere».
«E’ ben noto: siamo e saremo sempre accanto ai bambini e ad ogni struttura che si occupi della loro salute, afferma David Chiti, presidente dell’Associazione Noi Siena -. Questa sensibilità è ormai una nostra caratteristica acquisita, cogliere le occasioni per far gioire e sorridere i bambini, soprattutto quelli con problemi di salute, è una conseguenza. Non servono ringraziamenti per Noi Siena, siamo noi piuttosto che vogliamo ringraziare il personale sanitario per l’opera indefessa, empatica e professionale verso i loro piccoli pazienti e chiaramente il ringraziamento va esteso a coloro che tramite Noi Siena fanno opere di bene e solidarietà».

Potrebbe interessarti anche – Impluvium apre un laboratorio teatrale a Torrita di Siena

Ad accogliere le delegazioni di Croce Rossa e Noi Siena, all’esterno del lotto 4, presenti il professor Salvatore Grosso, direttore della Pediatria, i professionisti del Dipartimento della Donna e dei Bambini, diretto dal professor Mario Messina: «E’ un piacere sentire la vicinanza delle associazioni all’ospedale e soprattutto ai nostri piccoli ricoverati. Consegnare un dono ad un bambino nel suo periodo di degenza – conclude il professor Messina – significa regalargli un sorriso, che è certamente un aiuto importante insieme alle cure».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.